News dal Mondo

  • Around Taihu: Palmisano al comando
  • Mondo: Yamagata, scusate il ritardo
  • Palmisano: 10km sotto il diluvio
  • La cadetta Seramondi supera La Mantia

Visitatori(2)

Agosto: corse ... ma nono solo corse

Agosto tempo di vacanze anche per i podisti con il calendario che si alleggerisce e lascia il posto al riposo o agli sport alternativi o a qualche “impresa” che unisce ferie e corsa. Ma andiamo con ordine, Gabriele Meme ed Edoardo hanno scelto una corsa ciclistiva in salita domenica 14 luglio ecco il racconto di Gabriele ( al secolo il ragioniere volante):

 

Cari runners,

per la prima volta io Edo e Meme decidiamo di iscriverci ad una gara ciclistica e cosa c’è di meglio di una gara in salita per noi neofiti? Prendiamo il calendario e vediamo che in programma ad Andeer (Svizzera) si corre la Andeer – Juf . Per vs. conoscenza Juf è il piu alto insediamento d’ europa abitato per tutto l’anno (2.126 metri s.l.m.).

La gara è lunga 28 Km con un dislivello di circa 1.200 metri.

Partiamo la mattina presto da Varese prima sosta al Movynpack di Bellinzona per un bel cappuccio e brioche (solo Edo due belle uova sode) e arriviamo un’ora prima della partenza. Ci iscriviamo (35 franchi di cui 5 di supplemento), mi cjiedono la squadra di appartenza e non so cosa dire. Mi viene in mente che siamo tutti e tre runner varese e decido di iscriverci così. Forse può essere un’idea per il ns. super presidente di inserire anche la bicicletta nella nostra organizzazione. Il pacco gara contiene una maglietta e l’ingresso omaggio per le terme di cui Andeer è famosa. Per chi non lo sapesse Andeer è situata circa 30 Km dopo il Passo del San Bernardino.

Appena arriviamo capiamo subito il livello medio alto della competizione, bike da paura e corridori che si allenano sui rulli (a proposito di energia alternativa penso che il ciclista che si allenava con tale foga sui rulli vicino a noi ha prodotto tanta energia che avrebbe illuminato mezza Varese per una sera).

Io e il Meme per onororare il paese ospitante indossiamo la divisa pezzata della mucca svizzera (io soprannominato il vitellino visto il peso mentre il soprannome del Meme ve lo lascio immaginare), Edo mangia due etti di bresaola, una gonfiata alle gomme della bici del Meme e via alla partenza. Circa 150 i ciclisti al via, ci mettiamo in fondo al gruppo ad aspettare lo start.

Foto di rito alla partenza con fotografa del luogo very good e viaaaaaa. Dopo 10 secondi davanti a noi il vuoto e per noi tre diventa una cronoscalata.

Il vitellino stacca i due compagni di viaggio, una salita lunga con tre picchi all’11%, corsa in un paesaggio fantastico, con un bel tifo e incitamento del pubblico anche per noi delle retrovie e con le marmotte negli ultimi kilometri che fischiavano al tuo passaggio. Nella lunga salita visti anche un paio di cervi nelle verdi vallate.

All’arrivo siamo distrutti, per la cronaca il ns. arrivo vede il vitellino cioè io il Rag primo, secondo l’Edo e terzo il Meme ma tutto questo non conta.

Dopo una bella rinfrescata scesi a valle, utilizzato il pass per le terme per un bel relax e poi il classico bradwurst per riempirci lo stomaco.

Bella giornata in bella compagnia.

Gabriele.

 

Intanto il Pres si sposta al Sud per dare un grosso aiuto al fratello sia come speaker che come organizzatore con il Comitato Udace di Avellino,riguardo una tappa ciclistica inserita nel Campionato Regionale Campania, svoltasi a Castelpoto 4 Agosto 2011. In Italia esistono luoghi meravigliosi ancora da scoprire,quest’anno la 4° Tappa del Campionato Regionale Campania si è disputata al paese del Pres ed è stata denominata “SCOPRIRE CASTELPOTO”, in questo paese si reca volentieri in quanto è il suo luogo d’origine e da dieci anni nel mese di agosto si tuffa nel mondo della bici. A questa gara ciclistica partecipano atleti provenienti da varie regioni d’Italia, tra cui lo scorso 4 agosto si segnalano l’ex campione del mondo amatori Marotti Antonio e l’ex Campione italiano Di Paolo Leonardo (categoria amatori).

A tutti i ciclisti viene sempre riservato un cesto ricco di prodotti tipici locali, prosciutto, coppa, formaggio, salami e vino aglianico barricato,(primi 5 oltre al cesto anche contributo spese), inoltre per le prime 3 donne, contributo spese + cesto fornito di prodotti tipici della zona, ma,… in tutte le edizioni svolte fin ora, la partecipazione femminile non si è mai vista. Il Pres spera che per il 2012 ci possa essere la sorpresa della Lombardia con la partecipazione delle nostre Runner Marina, Ilaria, Lorenza e Susanna, e,…. per i nostri runner che amano la bici,Emanuele, Gabriele, Edoardo, Piero, Adriano e altri non è vietato aggregarsi,anzi,…per il nostro mitico Pres sarebbe una grande Gioia piazzare i suoi Runner in una futura gara proprio nella sua Castelpoto.

 

Comunque il Pres ha promesso al Sindaco del suo paese SIMEONE ISIDORO che alla prossima edizione del 2012 si impegnerà affinchè possono gareggiare per la prima volte le donne, quello che pensa e suggerisce ai soci è di fare una settimana di vacanza da quelle parti, poi troverà lui un agriturismo in zona dove si mangia bene e si puo’ pernottare.

 

Inoltre una vittoria femminile a Castelpoto sarebbe una soddisfazione sia per la ciclista stessa che per il Sindaco il Pres, Comitato organizzativo e il popolo castelpotano in quanto nessuna donna si è aggiudicato un titolo sportivo percorrendo il circuito di questo paese contadino sito a 11 km da Benevento, e poi,…..siccome in quelle zone le donne si sentono inferiore agli uomini,una vittoria femminile metterebbe fine a questo tabu’ e,……….consentirebbe di fare un grande passo avanti,..direbbero ai loro uomini: “AVETE VISTO CHE LE DONNE SON PIU’ BRAVE Di VOI”…..

Tra gli altri citiamo in ordine sparso le imprese natatorie di Gianni Pesetti ( forse pronto a passare al triathlon) e soprattutto la scommessa partita il 16 agosto di Luigi Bottari impegnato nel pellegrinaggio dalla Francia a Santiago di Compostela 800 km che in nostro alfiere vuole percorrere in 16 giorni e che ci racconterà al suo ritorno!

 

Per quanto riguarda le corse eravamo presenti in forze anche mercoledì sera per la corsa di S. Rocco una bella serale di 5.6 km circa tra i boschi e le colline di Brebbia.

Corsa dura con continui saliscendi su sterrato e soprattuto con oltre 30 gradi visto che si è partiti intorno alle 18 col sole ancora “cattivo”.

Presenti oltre agli habitue delle serali ( io il pres e gianni grassini) anche Gabriele (galvanizzato dalla gara ciclistica di cui sopra ) e di ritorno alle competizioni finalmente Eugenio!

Antonello Rinaldi

 

Brebbia Km 5.6 circa

 

Casa Fabio 22′ 56”
Colosimo Raffaele 23′ 46”
Canavesi Carlo 23′ 59”
Grassini Gianni 25′ 02”
Rinaldi Antonello 25′ 37”
Rivis Enzo 26′ 27”
Croce Gabriele 28′ 01”
Piccolo Eugenio 28′ 25°
Marziali Massimo 31′ 20”
10° Francesca Rinaldo 34′ 08”
11° Dorigo Giulio 44′ 05”
Share



Copyright ® 2012-2017 A.S.D. RUNNER VARESE - by A.S.D. RUNNER VARESE