News dal Mondo

  • Around Taihu: Palmisano al comando
  • Mondo: Yamagata, scusate il ritardo
  • Palmisano: 10km sotto il diluvio
  • La cadetta Seramondi supera La Mantia

Visitatori(2)

Bettelmatt sky race 2012

Alle 5.30 di domenica mattina parte per Riale (Val Formazza) la spedizione dei Runner Varese composta da Felice Ravelli, Alberto Pini, Matteo Brusa e dal sottoscritto.Bettelmatt SkyRace

Obiettivo odierno è la Bettelmatt Sky Race, spettacolare ed impegnativa gara in ambiente alpino.

Giunti a destinazione procediamo all’iscrizione e ci prepariamo.

Tanti i varesotti presenti con vari rappresentanti di Valbossa, Atletica 3V e Verbano.

Il cielo è quasi sereno, la temperatura decisamente frizzante.

Alle 8.30 entro in griglia di partenza con Alberto ed un altro centinaio di temerari.

Davanti a noi 33 km e quasi 2000 metri di dislivello. Un quarto d’ora più tardi partiranno Felice e Matteo, impegnati sulla distanza di 22 km.Maurizio Mora in azione alla Bettelmatt SkyRace

L’avvio è su strada pianeggiante,ma ben presto si inizia a salire.

Ognuno prende il proprio passo ed il gruppo si sgrana rapidamente.

Le gambe rispondono bene,ma so che non devo farmi prendere dall’entusiasmo : la strada è lunga e la corretta distribuzione delle forze sarà decisiva.

Salendo di quota il cielo si fa nuvoloso ed arriviamo al rifugio 3A (tetto della corsa a 3000 metri ) sferzati dal vento e da pioggia gelata.

Scendiamo da un lungo nevaio, che mette a dura prova le mie doti di discesista, ma che mi entusiasma.

Tornati su terra continuiamo a scendere fino all’alpe Bettelmatt dove è posto un controllo.Felice Ravelli in azione alla Bettelmatt SkyRace

Torniamo a salire verso il passo Gries immersi in una vera tormenta di neve.

Nonostante la fatica della scalata ho freddo, ma avendo le mani ormai insensibili non riesco ad indossare la mantellina.

In vetta mi aiuteranno gli addetti al rifornimento. Ci vorrebbe del the’ caldo, ma in questo avamposto in mezzo alla bufera di caldo non è rimasto che l’incoraggiamento dei volontari.

Mi dicono che sono in sesta posizione ed è una bella iniezione di fiducia.

Riparto tuffandomi in una nuova discesa tra sentieri e canaloni innevati.

Ora siamo in Svizzera e per rientrare in Italia dobbiamo affrontare l’ultima salita verso il passo S.Giacomo.

Bettelmatt SkyRaceE’ la più facile, ma per le mie gambe ormai cariche di fatica è comunque impegnativa.

Il clima intanto sta migliorando rapidamente ed è un bel sollievo.

Percorro la lunghissima mulattiera del lago Toggia impostando un passo costante e puntando solo a conservare la posizione.

Ma quando sono nei pressi della diga raggiungo il concorrente che mi precedeva e lo supero.

Non resta che da percorrere il ripidissimo discesone finale.

Riale è laggiù in fondo illuminata da un sole finalmente convinto. Si sente la voce dello speaker e si vede il gonfiabile del traguardo sempre più vicino.

Finisce anche la discesa. Supero il ponticello ed imbocco il rettilineo finale tagliando il traguardo in quinta posizione dopo 3 ore 33’36’’ di gara. Sono esausto, ma enormemente soddisfatto.Felice Ravelli

Incontro subito Felice e Matteo, che hanno concluso egregiamente la loro corsa.

Gli arrivi si succedono e con il tempo di 3 ore 43’24’’ anche Alberto conclude la sua prova conquistando un’ottima decima piazza.

E’ una sky race bellissima che consiglio assolutamente agli appassionati di questo tipo di gare.

Percorso impegnativo, vario e che si svolge in uno scenario meraviglioso.

Un complimento particolare lo voglio fare al nostro Felice, che è fortissimo ed ha un entusiasmo trascinante.

Buone corse a tutti.

Maurizio Mora

Share



Copyright ® 2012-2017 A.S.D. RUNNER VARESE - by A.S.D. RUNNER VARESE