News dal Mondo

  • Il 29 settembre il Consiglio Federale
  • Around Taihu: Palmisano al comando
  • Mondo: Yamagata, scusate il ritardo
  • Palmisano: 10km sotto il diluvio

Visitatori(2)

Cronache: ORINO

Antefatto:Inizio settimana, telefonata del Pres….”Anto venerdì sera andiamo a Orino è una bella gara iscrivo un po’ di gente del gruppo!”. Orino…? non ci avevo proprio pensato ben conoscendo che li di pianura non se ne parla ma dopo la mancata partecipazione al 5000 di rovellasca decido di andare.

Pregara:Come sempre arrivo molto presto al ritrovo ma di compagni di squadra nemmeno l’ombra allora visto il tempo a disposizione ci sta una bella ricognizione del percorso ad andatura blanda.

Come temevo partenza subito in salita per 1.5km con una prima parte duretta ma corribile poi dopo un tratto in falsopiano svolta a destra e…. un muro di 250 metri! Quindi ripida discesa prima in ciottolato poi in asfalto che riporta in zona partenza. Dopo l’arco dell’arrivo si svolta a sinistra sulla provinciale che si percorre per 500 metri avanti e indietro per tornare all’arco dove si inizierà il secondo giro.

Nel frattempo finalmente incontro una divisa biancorossa Marina con la quale, dopo esserci chiesti che fine avesse fatto il Pres (mancava meno di mezz’ora alla partenza) iniziamo il riscaldamento nel breve tratto piano della gara. A sette otto minuti dalla partenza mentre trotterelliamo sulla provinciale si staglia (si fa per dire vista la statura) una figura all’orizzonte….. E’ il Pres in ritardo siderale che ancora in abiti borghesi ci passa a velocità doppia (praticamente più forte ora che poi in gara) per andare a ritirare il pettorale e cambiarsi.

La Gara:3…2…1…Bang! Lo sparo dello starter attiva i circa 200 al via che come al solito partono tutti…. “a canna”. Memore della ricognizione sono intenzionato a dosare le forze spaventato dal muro visto in precedenza e da ripetere due volte; Corro tranquillo nel primo tratto, passo bene la rampa vista prima, non esagero in discesa e aumento leggermente solo nel tratto sulla provinciale.

Il percorso avanti indietro permette di vedere i più veloci venirmi incontro: è bello osservare l’azione dei più forti che di solito incrocio solo in partenza ( faticano anche loro per fortuna) e ancor più belli gli incitamenti reciproci da una parte all’altra della strada tra amici o compagni di squadra.

Mentre torno verso l’arco per completare il primo giro incrocio il Pres che arriva, tento di dargli un “cinque” ma mi manca clamorosamente…. lo sapevo aveva già speso tutto arrivando di corsa al ritrovo! Basta scherzare sotto col secondo giro adesso controllo in salita accelero in discesa e poi sparo tutto sulla provinciale…… Si ma tra il dire e il fare ci son di mezzo le sorprese.

Il secondo giro è un po’ diverso all’attacco del muro si arriva da una salita più lunga e sono costretto a camminare stavolta. In discesa prendo fiato sul ciottolato e poi son pronto a sparare tutto ma al termine del secondo tratto su asfalto c’è l’arco e la gara è finita….. il secondo tratto sulla provinciale non si fa! Beffa ho tenuto in serbo energie che ….. non ho potuto usare!

(Dettaglio gara)

http://connect.garmin.com/activity/99359646

Postgara: Finalmente incontro qualche compagno di squadra il migliore di giornata Alberto Pini 16° assoluto in 20′ 50”.Il forte maratoneta mi racconta che sta iniziando la preparazione per la maratona di Venezia e che intende partecipare alla stralivigno di fine luglio e poi alla 30km di Parma prima dell’appuntamento clou in laguna. Poi arriva il Pres…. “ Anto hai visto 5 minuti meno dello scorso anno e ho battuto anche due neri!” Mentre ci dirigiamo al ristoro ( molto ben preparato con anguria fresca oltre al solito pane con marmellata e nutella) penso tra me e me : O il Pres è in preda al delirio o i due neri….. non correvano ma vendevano accendini!

Il Recupero:Si sa che questa è la fase più importante e allora sotto con quella che l’amico Playbeppe Bollini ha etichettato con “la vera dieta del podista” Birra e Salamella!

Mentre consumiamo le meritate libagioni l’inneffabile Pres sentenzia: “e sabato prossimo tutti a Besozzo per l’unico appuntamento serale del Piede D’ Oro!”

Tutti? Si come stasera….. di quelli che diceva lui eravamo in 3!

I Runner di Orino

Circuito di Orino Km 5,800

Pini Alberto 20′ 50”
Zanetti Pietro 23′ 57”
Rinaldi Antonello 24′ 13”
Giancane Alessandro 25′ 10”
Capozzoli Raffaele 25′ 27”
Scaiotti Marina 27′ 56”
Goergen Peter 27′ 57”
Francesca Rinaldo 31′ 26”
Dorigo Giulio 47′ 29”

 

 

 

 

 

 

Per le foto ringraziamo gli amici di podisti.net

Share



Copyright ® 2012-2017 A.S.D. RUNNER VARESE - by A.S.D. RUNNER VARESE