Facebook

iconaTwitter

iconaFlickr

17 Febbraio 2019: Verona, Villarbasse

 

Verona - Gensan Giulietta e Romeo Half Marathon

Villarbasse (TO) - Trail dei Massi Erratici 23k 600D+

 

FOTO RV by Dodi


 

Domenica all'insegna delle corse e del divertimento per i nostri Runner: dalla romantica Half Marathon di Verona, ricordando Giulietta e Romeo, al bellissimo percorso del Trail dei Massi Erratici. E non poteva mancare l'usuale allenamento di gruppo: sempre più numerosi, sempre più sorridenti! 

 

 

Verona, un bravissimo Eugenio ha percorso i 21.097 metri in 1h 41m e 46s, mentre il ruolo di Giulietta e Romeo l'hanno avuto Marina e Paolo che hanno corso la gara a coppie!

 

Villarbasse, si è svolto il Trail dei Massi Erratici, corsa bellissima con sfondi naturali meravigliosi. Alla linea di partenza si sono presentati Anna e Andrea, che hanno portato a termine la gara e che si sono divertiti moltissimo. Ma chi meglio di chi l'ha corsa può descrivercela? Riportiamo le parole di Anna (3 di categoria!):

 

"I Massi Erratici sono grandi rocce che si trovano “dove non dovrebbero”.
Un po’ come mi sentivo io stamani a Villarbasse mentre ritiravo il pettorale.
Corro per amore della corsa da parecchi lustri, ma non mi son ancora abituata a certe sveglie che suonano prima dell’alba, specie in questa stagione quando è ancora troppo freschino per un amante del caldo torrido come me.

 

Scoprii questo trail per caso lo scorso anno e proprio l’idea di vedere i Massi Erratici, di passare accanto a questi fenomeni della natura che pare siano stati trasportati lì in un periodo compreso tra i 750 mila e 13 mila anni fa’, mi emozionava.

 

Peccato che lo scorso anno la nebbia era talmente fitta che a malapena si vedevano le balise. Fortunatamente il meteo oggi è stato dalla nostra parte.
Il sole era già presente in prima fila, alla partenza.

 

In attesa dello start mi piace guardarmi in giro. Cercare di scorgere dietro a sguardi e sorrisi, pezzetti di vita. La tensione, la gioia, gli occhi assonnati di chi, come me, ha deciso di passare una domenica di corsa.
Le mise più varie. Dalla mascotte del paese, una signora non più giovanissima in shorts e canotta... e, per quanto il sole avesse scaldato l’aria verso mezzodì, alla partenza c’erano 5gradi.. a chi aveva almeno 3 strati di termiche con zaini talmente carichi che avrebber potuto andare a scalare l’Annapurna.

 

Puntualissimi, alle 9.30 si parte!
Attraversiamo il paesino di Corbaglia e si inizia subito a risalire la collina. Verso il quinto km un cartello ci indica il primo Masso, la Pera Grosa. Avrei voluto abbracciarlo come faccio con le piante, ma, occhi al percorso e procedo. Riuscirò a scorgerne un altro poco più avanti. Incredibile pensare a quanta energia debbano avere, a quanta vita abbiano visto passare..
Poi si entra in un boschetto dove spuntano tanti funghetti che raccontano la storia delle piante che si trovano in quella zona.

 

Ma dove son finite le salite impegnative che ricordavo? Il tempo di pensarlo, e la prima mi fa’ l’occhiolino poco più avanti. Non che mi disturbi, anzi, mi aiuta a prender fiato.
Prima della cima più alta, il monte Moncuni, si percorre un sentiero piccino in cresta con un panorama da togliere il fiato. La vallata con i campi che paiono disegnati con i pastelli, un laghetto incantevole ed il Rosa!! Imponente e maestoso!

 

E come sempre, arrivati in cima, i volontari ti rassicurano: “da qui tutta discesa!” Son sempre più convinta che la maggior parte di loro non corra. Infatti, prima di rientrare a Villarbasse, altre salite non mancano. E non mancano neppure il ghiaccio e la neve, quest’ultima per qualche centinaio di metri a pochi km dalla fine. Divertente!
Non ci hanno fatto mancare nulla!!

 

Sebbene non sia una gara molto conosciuta (tranne da quelli dell’antidoping che oggi si sono presentati per fare il controllo sui primi arrivati di ogni categoria..mi astengo dal commentare), l’organizzazione è stata perfetta.
Non c’era la patacca né pacco gara per scelta. Iscrizione ad un prezzo basso e qualità di servizi. Io, però, la medaglia me la ero fatta da sola.

 

Ho avuto anche l’immensa gioia di conoscere Lisa Borzani, per me un mito. Seduta su una panca da sola che si accarezzava il ginocchio con aria triste. Non ero certa fosse lei. Mi pareva impossibile potesse essere lì.
Mi sono avvicinata e le ho detto semplicemente: “Lisa?” Beh, non scorderò mai quel sorriso gentile. Si è alzata in piedi e mi ha stretto la mano salutandomi come se ci conoscessimo.
Purtroppo mi ha confermato che il suo problema al ginocchio, che da un anno non le permette più di fare ciò che ama, non è migliorato e, al momento non sanno neppure quale sia la causa di tanto dolore.
Vedere quello scriciolo di donna immensa, che ha fatto cose che neppure oso sognare, con quello sguardo triste..non ho potuto far altro che abbracciarla. Lo spirito trail è fatto di tanta forza, tenacia, sacrificio ma soprattutto amore..cuore.

 

Alla fine, come i massi erratici, se sono finiti lì c’è un motivo.

 

Son andata a Corbaglia..e di motivi ne ho scoperti tantissimi. E’ bastato ascoltare il cuore!"

 

 

Allenamento di gruppo domenicale da Porto Ceresio a Ponte Tresa!

 

Complimenti a tutti 

 


 


 

CLASSIFICHE

 

Verona - Gensan Giulietta e Romeo Half Marathon

        

Pos.Pos. M/FPos. Cat.Pett.CognomeNomeCat.RealTime
1374 1267 72 903 Muscogiuri Eugenio SM55 01.41.06
               
      318 Pozzi Marina coppia 01.52.36
      318 Cipolat Paolo coppia  01.52.36

 

Villarbasse (TO) - Trail dei Massi Erratici 23k 600D+ 

      

Pos.Pos. M/FPos. Cat.Pett.CognomeNomeCat.RealTime
114 7 3  Linguaccia 15 Vanetti Anna SM35 02.18.23
246 230 125 16 Maffei Andrea SM40 02.46.09

 

 




Copyright ® 2012-2017 A.S.D. RUNNER VARESE - by A.S.D. RUNNER VARESE